Home Page arrow Codice della Strada arrow Infortunistica arrow Distanza di sicurezza e spazio di frenata
Distanza di sicurezza e spazio di frenata PDF Stampa E-mail

Lo spazio di arresto di un veicolo è determinato dal tempo di reazione del conducente e dallo spazio di frenata del veicolo.

Un veicolo che viaggia a 50 km/h percorre in 1 secondo 13,8 metri.

Il tempo di reazione medio di una persona in buone condizioni psico-fisiche è di circa 7 decimi di secondo: ciò significa che dalla percezione di un ostacolo improvviso, prima di spostare il piede dall'acceleratore al freno, vengono percorsi circa 9,7 metri; di deve inoltre considerare il tempo di reazione dell’impianto frenante del veicolo: da quando viene premuto il pedale del freno passano altri 3 o 4 decimi di secondo prima che l’auto inizi effettivamente a rallentare (lo spazio percorso nel frattempo varierà quindi da 4 a 5,5 metri).

A questo punto l’auto inizia realmente a frenare, impiegando uno spazio variabile a seconda dell’efficienza dell’impianto, delle caratteristiche dell’asfalto e di quelle della strada.

Sempre calcolando una velocità di 50 km/h, lo spazio di arresto può variare indicativamente da 13 metri (con asfalto asciutto in ottime condizioni) sino a 25 metri (asfalto bagnato).

La somma dei metri percorsi da un veicolo durante il tempo di reazione e lo spazio di frenata determinano lo spazio d’arresto.

Facendo quindi sempre riferimento al veicolo che viaggia a 50 km/h, ipotizzando che la frenata avvenga su strada asciutta in buone condizioni, la distanza totale percorsa dalla percezione del pericolo all’effettivo arresto sarà di circa 28 metri.

Durante la marcia, il conducente dovrà perciò fare sempre riferimento a quanto sopra riportato, al fine di adeguare la velocità del proprio veicolo per essere in grado di arrestarsi sempre in condizioni di sicurezza.

In caso di normale circolazione, al seguito di altri veicoli, la distanza di sicurezza da mantenere dovrà essere almeno uguale allo spazio percorso durante il tempo di reazione: ipotizzando che il proprio veicolo e quello che lo precede abbiano uguale spazio di arresto, la distanza di sicurezza ci permette di azionare il freno in tempo utile da evitare la collisione.

Purtroppo la sottovalutazione della distanza di sicurezza è una delle maggiori cause di incidente sia sulle strade che sulle autostrade.

Per agevolare il calcolo della distanza di sicurezza, si può approssimativamente utilizzare la seguente formula: dividere per 10 la velocità, quindi moltiplicarla per 3.

Prendendo sempre come esempio il veicolo che viaggia a 50 km/h, la distanza in metri da tenere sarà:

50 diviso 10 per 3 = 15

Il calcolo empirico dello spazio di arresto (in caso di asfalto in buone condizioni), può essere fatto invece dividendo la velocità per 10, ed elevando al quadrato il numero ottenuto:

50 diviso 10 = 5                 5x5 = 25

Prossimo >